Oggi è il: 25/05/2019

CCNL Comparto Scuola

News

CUB SCUOLA - INTESA DEL 30 NOVEMBRE 2016 TRA GOVERNO E CGIL-CISL-UIL. NOTE DI LETTURA

21/12/2016 - Maggiori info: CUB Scuola Università Ricerca/CCNL Comparto Scuola
Leggi tutte le news di questa sezione >>

INTESA DEL 30 11 2016 TRA GOVERNO E CGIL-CISL-UIL



MANCATO RINNOVO DEL CONTRATTO 2010/2012


Calcolo sulla manovra del 2010

Perdite dipendenti dal mancato rinnovo del contratto 2010/2012

INDENNITA' DI VACANZA CONTRATTUALE

12 aprile 2010 - L'unica vacanza che ci potremo permettere è quella contrattuale!

26 marzo 2010 - Pubblico Impiego: corresponsione dell'indennità di vacanza contrattuale per l'anno 2010


Ministero dell'Economia e delle Finanze: informativa del 1° dicembre 2008

Art. 33 del DL n. 185 del 29 novembre 2008

Somme inserite nello stipendio di dicembre 2008


CCNL COMPARTO SCUOLA 2006-2009


Un contratto ponte? E dove ci conduce?
Le valutazioni dei sindacati istituzionali sulla firma del contratto.

Biennio economico 2008/2009 - Incrementi lordi mensili dal 1.1.2009

Ipotesi di CCNL relativo al personale del comparto scuola per il secondo biennio economico 2008/2009

Atto di indirizzo per la Contrattazione Collettiva Nazionale del personale del Comparto Scuola relativa al biennio economico 2008 - 2009

Comparto Scuola: Contratto 2006-2009, sottoscritto il 29 novembre 2007
Quadriennio giuridico 2006-2009 e 1° biennio economico 2006-2007.

Tabella 1
Aumenti posizioni stipendiali dal 1.1.2006.
Aumenti rideterminati posizioni stipendiali dal 1.1.2007.
Aumenti rideterminati posizioni stipendiali dal 31.12.2007.

Tabella 2
Posizioni stipendiali dal 31.12.2007.

Tabella 3
Aumenti compenso individuale accessorio.

Tabella 4
Aumenti retribuzione professionale docenti.

Tabella 5
Misure del compenso orario lordo tabellare spettante dal 31.12.2007 al personale docente per prestazioni aggiuntive all'orario d'obbligo da liquidare a carico del fondo dell'istituzione scolastica.

Tabella 6
Misure del compenso orario lordo tabellare spettante dal 31.12.2007 al personale ATA per prestazioni aggiuntive all'orario d'obbligo da liquidare a carico del fondo dell'istituzione scolastica.

Tabella 7
Misure lorde tabellari dell'indennità di lavoro notturno e/o festivo dal 31.12.2007 al personale educativo e ATA delle istituzioni educative e delle scuole speciali da liquidare a carico del fondo dell'istituzione scolastica.

Tabella 8
Misura annua lorda tabellare dell'indennità di bilinguismo e trilinguismo da liquidare dal 31.12.2007 a carico del fondo dell'istituzione scolastica.

Tabella 9
Misure economiche dei parametri per il calcolo dell'indennità di direzione.

Il contratto del nostro scontento


CCNI SCUOLE COLLOCATE IN AREE A RISCHIO EDUCATIVO


L'accordo, relativo all' esercizio finanziario 2008 ed al corrente anno scolastico, ha confermato i criteri di ripartizione delle risorse adottati l'anno scorso e ammontanti ad euro 53.195.060. I finanziamenti da ripartire fra le 18 Regioni (tranne Val d' Aosta e Trentino Alto Adige) sono da suddividere ulteriormente mediante Contrattazione Integrativa Regionale nei 4 capitoli di spesa previsti:

Scuola dell' Infanzia

Scuola Primaria

Scuola secondaria di primo grado

Scuola secondaria di secondo grado

in base ai progetti presentati dalle varie istituzioni scolastiche ed a seconda delle esigenze locali, nei limiti delle risorse previste.

In ambito regionale, le risorse potranno tuttavia essere trasferite da un capitolo all'altro, essendo prioritaria la loro utilizzazione.


CCNI sui criteri e parametri di attribuzione delle risorse per le scuole collocate in aree a rischio educativo, con forte processo immigratorio e per la dispersione scolastica per l'a.s. 2008/2009 - Esercizio finanziario 2008

CCNI concernente i criteri di utilizzazione del personale dichiarato inidoneo alla sua funzione per MOTIVI DI SALUTE


CCNI concernente i criteri di utilizzazione del personale dichiarato inidoneo alla sua funzione per MOTIVI DI SALUTE
ai sensi del comma 2 dell'art. 4 e del comma 5 dell'art. 17 del contratto collettivo nazionale del personale della scuola del 29 novembre 2007.

Sintesi dell'accordo sull'utilizzazione del personale della scuola inidoneo

CCNI concernente la formazione


Ipotesi di Contratto collettivo nazionale integrativo concernente la formazione del personale docente e ATA per l'a.s. 2008/2009

Tabella 1

Tabella 2

SEQUENZE CONTRATTUALI


Personale ATA: ipotesi di sequenza contrattuale

Sequenze contrattuali previste dall'art. 85, comma 3, e dall'art. 90, commi 1,2,3 e 5 del CCNL Scuola sottoscritto il 29 novembre 2007

  • Nuovi criteri di ripartizione delle risorse per il finanziamento del Fondo dell'istituzione scolastica
  • Retrodatazione incrementi stipendiali
  • Valorizzazione del personale docente
  • Integrazione alla disciplina del Fondo dell'istituzione scolastica
  • Posizioni stipendiali dal 31 dicembre 2007
I polli di Trilussa
Più soldi in busta paga per i docenti: firmata mercoledì 13 febbraio la sequenza contrattuale prevista dal contratto nazionale siglato a novembre.
A cura di Elisabetta Daina, RSU CUB Scuola ITIS Giorgi di Milano.

Contrattazione settore pubblico

27 giugno 2007: Intesa fra Governo e Organizzazioni sindacali per un'azione pubblica a sostegno della conoscenza

Alcune riflessioni sull'accordo del 29 maggio

CONTRATTI PUBBLICI: un furto maldestro!

31 maggio 2007: intesa tra ARAN e OO.SS. del comparto scuola preliminare alla negoziazione del nuovo CCNL

29 maggio 2007: accordo fra Governo e OO.SS. per lo stanziamento delle risorse aggiuntive

Impegno a concludere rapidamente l'accordo inteso a prevedere in via sperimentale la DURATA TRIENNALE dei prossimi rinnovi contrattuali del pubblico impiego


Risorse economiche destinate ai rinnovi contrattuali


Impegno del Governo nell'ambito della prossima legge finanziaria

Nota aggiuntiva all'Intesa sul lavoro pubblico e sulla riorganizzazione delle Amministrazioni Pubbliche

Atto di indirizzo per il CCNL del comparto Ministeri del quadriennio normativo 2006/2009 e del biennio economico 200672007

Importi destinati a incrementare le risorse contrattuali del biennio economico 2006/2007

Piano di lavoro - Accordo integrativo del 22 marzo 2007

Memorandum d'Intesa del 18 gennaio 2007 sul lavoro pubblico e riorganizzazione delle Amministrazioni Pubbliche


Documenti

Articoli della Finanziaria 2008 riguardanti la scuola

La scuola nel Documento di Programmazione Economica e Finanziaria 2008/2011

Come la CGIL erudisce il lupo...

Pubblichiamo il bugiardino che la FLC CGIL ha prodotto per dimostrare che l'accordo è cosa buona e giusta.
È bene leggerlo bene per rispondere con chiarezza alle domande delle colleghe e dei colleghi.

In sintesi:

1. Noi saremmo il sindacato autonomo e corporativo che, con altri, si è dato alla disinformazione. Peccato che i sindacati autonomi (SNALS) e corporativi (Gilda) l'accordo si sono affrettati a firmarlo. Evidentemente, secondo la CGIL, chi è autonomo e corporativo lo decidono loro. È bene ricordare che la CUB è una confederazione, la nostra azione riguarda i lavoratori e le lavoratrici di tutte le categorie del pubblico e del privato.

2. Costoro affermano che è impossibile recuperare retroattivamente quanto si è perso, a causa del fatto che le ultime finanziarie non prevedono risorse per i contratti del settore pubblico. Forse è il caso di ricordare che la CUB ha scioperato il 17 novembre contro la Legge Finanziaria mentre CGIL-CISL-UIL mettevano nel loro fienile l'accordo sullo scippo del TFR e non costruivano alcuna mobilitazione. In ogni caso quest'impossibilità non esiste poiché compito di un sindacato vero è proprio quello di spostare risorse a favore dei lavoratori e non di adattarsi alla posizione dell'avversario.

3. Quando la CGIL vanta che agli aumenti previsti si aggiungeranno i “risparmi di spesa” rivendica, senza alcun pudore, lo scambio scellerato fra tagli degli organici (più di 50.000 posti tagliati) e aumenti contrattuali, peraltro miserabili.

4. Sulla triennalizzazione non vale la pena spendere troppe parole. Da una parte la CGIL sostiene che il governo parla con lingua biforcuta e dall'altra è disposta a considerare l'ipotesi di concedere il triennio contrattuale. I suoi dirigenti pensano forse che, dopo questa riforma, il governo manterrà gli impegni? Perché, visto che oggi è normale un ritardo di un biennio, non dobbiamo pensare che si arriverà a ritardi maggiori? Insomma, non è solo il governo a mentire per la gola, c'è chi gli sta alla pari.

5. Quando, poi, affermano che “il futuro confronto sarà svolto sulla base di un mandato vincolante, verificato con i lavoratori sia prima sia dopo il confronto” superano se stessi in fellonia.
Chi ha dato loro il mandato per firmare un accordo che blinda il contratto? Dove è stata verificata con i lavoratori questa scelta?
Ma si sa, i debiti vecchi non si pagano e quelli nuovi si fanno invecchiare; altrettanto vale per le menzogne.

CCNL 2006-2009: linee di discussione sulla piattaforma